Lesioni pigmentate

Le lesioni pigmentate o macchie brune o più semplicemente macchie non sono soltanto una problematica estetica legata all’età anagrafica dei soggetti ma rappresentano una problematica di iperpigmentazione della pelle dovuta in genere ad una concentrazione non uniforme della melanina: la sostanza che conferisce il colorito all’incarnato. Lentiggini, efelidi, voglie, macchie caffellatte, macchie solari non sono di per sé pericolose per la salute, ma compromettono fortemente l’estetica del viso e in alcuni casi anche del corpo.

lesioni-pigmentate-3-563x410
lesioni-pigmentate-2-563x410
lesioni-pigmentate-1-563x410

Trattamento laser

Le soluzioni proposte dal mercato sono quanto mai variegate dalle creme cosmetiche a prodotti galenici dal peeling chimico alla dermoabrasione chirurgica. Oggi nel portfolio di soluzioni a nostra disposizione rientra a pieno titolo sul podio il trattamento laser in grado di distruggere il pigmento in eccesso a colpi di energia con un minimo danno ai tessuti circostanti. I macchinari sul mercato in grado di risolvere il problema sono più d’uno:

La tecnologia a pico secondi

La tecnologia a pico secondi che consente un’erogazione della potenza superiore rispetto ad altri trattamenti laser e un maggior rispetto della sensibilità cutanea. La velocità degli impulsi del trattamento a pico secondi in questo caso fa la differenza, perché consente la frammentazione del pigmento in eccesso senza esporre la pelle per troppo tempo alla potenza del laser. Il risultato è il raggiungimento dell’obiettivo in minor tempo, minor quantità di sedute e senza danni alla pelle.

La tecnologia a doppia lunghezza d’onda

La tecnologia a doppia lunghezza d’onda che combina il laser all’alessandrite con quello al neodimio in grado di unire le specificità di entrambe le frequenze ovvero la precisione e la delicatezza con la potenza e la possibilità di arrivare in profondità. Il risultato è il raggiungimento dell’obiettivo anche su vaste aree corporee con risultati visibili fin dai primi trattamenti e nel massimo rispetto della cute trattata e delle aree circostanti.

Per rimuovere le macchie scure della pelle, soprattutto quando si tratta di lesioni di vecchia data o quando la pelle comincia a perdere elasticità e capacità di rigenerarsi, la soluzione più indicata è Picoway.

La tecnologia a pico secondi rilascia sulla cute piccolissime quantità di energia.

Per la riduzione delle discromie cutanee particolarmente efficace è risultata anche la piattaforma GentleLase Pro brevettata da Syneron Candela. Un sistema sicuro, veloce e indolore perché in grado di sfruttare la potenza combinata di diversi tipi di energia come il laser all’alessandrite e quello al neodimio.

La velocità inoltre è la parola magica di questa piattaforma grazie alle superfici di contatto aumentate che consentono di trattare vaste aree come la schiena in minor tempo.

Vuoi saperne di più?

foto-contatti